Guida al noleggio a lungo termine

Partiamo dalla domanda più semplice: cos’è il noleggio a lungo termine? Il noleggio a lungo termine, o NLT, è una formula alternativa all’acquisto dell’auto, che consiste nel pagamento di un canone mensile per guidare un veicolo per un certo periodo di tempo (ad esempio, 24, 36 o 48 mesi) e con un determinato limite di chilometraggio (ad esempio, 20mila km all’anno).

Differentemente dall’acquisto, nel noleggio la proprietà dell’auto rimane in capo alla società di locazione e, al termine del contratto, il veicolo deve essere restituito alla società stessa.

In questa pagina troverai risposta alle domande più frequenti in merito a come funziona il noleggio per privati e Partite IVA, come è strutturato un contratto di noleggio e quali sono i requisiti richiesti.

Scegliere il Noleggio

Contratto di noleggio

Partite IVA

Scegliere il Noleggio

Quali sono i requisiti e i documenti richiesti per il Noleggio a Lungo Termine ai privati?

Come nel caso di un finanziamento o della stipulazione di un affitto, anche per sottoscrivere un contratto di noleggio a lungo termine per privati occorre presentare un certo numero di garanzie. La documentazione da presentare per accedere al noleggio di una vettura, infatti, serve prevalentemente alla società per essere sicura che il cliente sia effettivamente in grado di sostenere l’esborso mensile del canone di noleggio. Ecco alcuni dei documenti richiesti per il noleggio a lungo termine ai privati:
  • Carta d’identità e codice fiscale dell’intestatario del contratto
  • Recapito telefonico
  • Dichiarazione dei redditi, o in alternativa il CUD degli ultimi due anni fiscali
  • Ultime 2 o 3 buste paga (naturalmente, è richiesto un contratto di lavoro indeterminato)
  • Se sei pensionato, è possibile allegare il Modello Unico Una bolletta relativa ad un’utenza intestata alla persona richiedente (gas/luce/acqua…)
  • Modulo privacy con data e firma
NB: a seconda dell’azienda con la quale firmerai il contratto, potrebbero esserne richiesti degli altri.

Il noleggio è accessibile anche per i Neopatentati?

Sì, anche i neopatentati possono noleggiare un'auto, ma ultimi devono rispettare le stesse regole vigenti per chi acquista.
Ovvero, nel primo anno di patente non possono guidare vetture di potenza massima superiore a 95 Cv e con un rapporto potenza/peso superiore a 55 kW/t.

Quanto costa il Noleggio a Lungo Termine?

Il Noleggio Auto a Lungo Termine comprende due principali voci di costo.
L’anticipo, ovvero una somma che il cliente versa al momento della sottoscrizione del contratto (concordata tra il cliente stesso e la società di noleggio e mediamente tra i 2.000 e i 4.000 euro), e la rata mensile, che comprende l’utilizzo del veicolo e dei servizi correlati compresi nel contratto (bollo auto, manutenzione, assicurazione, assistenza stradale, vettura sostitutiva, pneumatici, gestione multe e sinistri).
Il canone di Noleggio a Lungo Termine, generalmente, ha un costo che parte da circa 150 €, fino ad arrivare a 700/800 € per le auto di fascia premium.
Se il cliente sfora il chilometraggio previsto (es 30.000 km annui) dovrà pagare i km in eccesso.

Esiste il Noleggio a Lungo Termine con Permuta?

La risposta è sì. Il noleggio a lungo termine per privati con permuta è una formula promossa recentemente da molte società di noleggio.
Uno dei principali ostacoli, per il privato (e anche per il singolo titolare di Partita Iva) che si avvicina al noleggio auto a lungo termine, è infatti proprio la necessità di “smaltire” la propria auto usata.
Il noleggio offre la possibilità di dare in permuta l’usato, il cui valore può essere utilizzato come anticipo per il renting o per abbassare l’entità della rata mensile.

Il Noleggio può essere senza anticipo?

Sì, è possibile. Oggi le società di renting tendono ad agevolare il privato o il singolo titolare di Partita Iva con il noleggio a lungo termine senza anticipo.
Chiaro che, con questa formula, la rata mensile diventa più alta, ma allo stesso tempo accedere al noleggio auto è indubbiamente più semplice.
Prendendo come esempio uno stesso modello (una citycar come Nissan Micra), in un intervallo di 48 mesi/60.000 km, con anticipo zero il noleggio viene a costare circa 50 euro più al mese rispetto alla spesa sostenuta versando un anticipo di 2.000 euro.

Quali sono i vantaggi di avere un'auto a noleggio?

I vantaggi del noleggio a lungo termine riguardano quattro aree cruciali per i privati e le partite Iva:
  • Vantaggi Finanziari: non è necessaria un ingente immobilizzo di capitali per l'acquisto del veicolo e il pagamento della tassa di proprietà e dell’assicurazione.
  • Vantaggi Gestionali: un canone di noleggio mensile fisso e un pacchetto di servizi modulato secondo le singole necessità eliminano i rischi di spese non programmate.
  • Vantaggi Amministrativi: visto che la società di noleggio si occupa dei servizi, il privato o la Partita Iva che scelgono questa formula hanno molte cose in meno da pensare, visto che di fatto affidano la gestione del veicolo all’esterno.

La legge 104 per i disabili si applica al Noleggio a Lungo Termine?

Attualmente ancora no. La legge 104 prevede agevolazioni e Iva ridotta per le persone colpite da disabilità in caso di acquisto dell’auto oppure leasing. Essendo una formula relativamente nuova per i privati, nella legge il noleggio auto a lungo termine, per ora, non viene menzionato.

Per il Noleggio a Lungo Termine viene effettuata una verifica CRIF sui cattivi pagatori?

Il noleggio a lungo termine non è direttamente collegato al CRIF (Centrale Rischi Finanziari), ovvero il registro che annota tutti i cattivi pagatori che, in passato, hanno creato problemi in corso di prestito, mutuo o finanziamenti vari.
Questo vuol dire che, in caso di insolvenza o ritardo nel pagamento dei canoni di noleggio, il nostro nome non potrà finire sul CRIF. Ovviamente, però, in questo caso la società di renting provvederà a inviare solleciti, prevedere penali o, nei casi più gravi, potrà rescindere il contratto e farsi restituire il veicolo.
Invece, è piuttosto improbabile che la società possa concedere il noleggio dell’auto ai cattivi pagatori: ci sono requisiti ben precisi per accedere al Nlt e, prima di stipulare il contratto, l’operatore valuta sempre l’eventuale posizione debitoria del cliente. Anche perché, pur non trattandosi di un finanziamento finalizzato all’acquisto, il valore dell’auto a noleggio rimane molto elevato.

Il Noleggio per privati conviene?

La risposta alla domanda se noleggio per privati conviene cambia a seconda di quelle che sono le esigenze e le abitudini di guida. Ma orientarsi e capire se per ognuno di noi è meglio l’acquisto o il noleggio non è un’impresa impossibile.
Basta fare un raffronto tra i costi del noleggio auto e il costo totale (acquisto e utilizzo) dell’auto di proprietà.
Partiamo da un esempio concreto: possiamo noleggiare una Fiat 500 con un costo a partire da 199 euro al mese (Iva inclusa) senza anticipo, per 48 mesi/60mila km di guida, con inclusa assicurazione RCA, bollo e assistenza stradale. Oppure possiamo acquistare lo stesso modello per una cifra attorno ai 15.000 euro. Il primo aspetto importante da considerare è il valore residuo dell’auto, ovvero la sua svalutazione con il passare del tempo.
Mediamente, dopo 48 mesi, l’auto vale il 35% del prezzo di listino (ovvero, in questo caso, il 35% di 15.000 euro, ovvero 5.250 euro). Questa svalutazione (9.750 euro, pari a circa 200 euro al mese) diventa a tutti gli effetti un costo per chi acquista l’auto, al quale poi vanno aggiunte le altre variabili derivanti dalla proprietà, ovvero l’assicurazione auto RCA, il bollo auto e la manutenzione ordinaria e straordinaria.
Per scoprire se è meglio l’acquisto o il noleggio, vi consigliamo di sommare tutte queste componenti (svalutazione, assicurazione, bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria) e di dividere il risultato per la durata (in mesi) del contratto di noleggio.
Confrontando la somma finale ottenuta con il canone di noleggio proposto (facendo attenzione ovviamente al chilometraggio, e ai servizi che vogliamo garantirci, che possono avere un costo aggiuntivo) possiamo vedere concretamente cosa ci conviene e fare una scelta ragionata. Tornando al caso considerato della Fiat 500, basta fare un rapido calcolo per accorgersi che, se ovviamente si rispettano i chilometraggi e ci si accontenta dei servizi-base, il noleggio a lungo termine per privati conviene davvero!

Vedi di più

Contratto di Noleggio

Quali sono le fasi di un contratto di noleggio?

Si possono distinguere cinque fasi principali del noleggio a lungo termine per privati e Partite Iva:
  • La sottoscrizione del contratto: l’accordo può essere siglato presso la sede di un concessionario o attraverso un broker, oppure, in casi ancora rari ma in via di sviluppo, presso i punti vendita sul territorio della società di noleggio a lungo termine.
  • La preassegnazione del veicolo: le società di noleggio a lungo termine, solitamente su richiesta e in particolare per auto di fascia premium, offrono il servizio di preassegnazione di un veicolo sostitutivo (denominato pre-leasing), nell’attesa che quello ordinato sia disponibile.
  • Consegna dell’auto: La consegna dell’auto può avvenire presso i punti vendita sul territorio della società di noleggio a lungo termine, presso il concessionario, oppure, quando è previsto nel contratto, direttamente presso l’abitazione o la sede di lavoro del cliente.
  • I servizi di assistenza e manutenzione: durante il contratto, oltre all’utilizzo dell’auto, sono previsti diversi servizi, tra i quali spiccano l’assistenza stradale e la manutenzione ordinaria e straordinaria del veicolo.
  • Fine noleggio: una volta scaduto il contratto, il cliente deve restituire l’auto alla società di noleggio. Ci sono però accordi di noleggio che prevedono, a discrezione del noleggiatore, la possibilità di acquisto del veicolo al termine del contratto.

Quali servizi sono inclusi nel contratto di Noleggio a Lungo Termine?

Il contratto di noleggio a lungo termine contiene una serie di servizi importanti, che liberano il cliente da quasi tutti i pensieri.
Chi sceglie di prendere un'auto a noleggio, deve pensare solo a guidare e a “fare carburante”, di tutto il resto si occupa la società di noleggio. Ecco quali sono, solitamente, i servizi inclusi nella formula del noleggio a lungo termine:
  • Utilizzo della vettura per un Chilometraggio annuo prefissato
  • Pratiche amministrative
    Non dovrai preoccuparti di spese amministrative come il trapasso o l’immatricolazione dell’auto nuova, costi in carico alla società di noleggio in quanto effettiva proprietaria del mezzo.
  • Costi di gestione del veicolo
    All’interno del canone di noleggio è sempre prevista una copertura assicurativa, spesso completa (furto/incendio, danni accidentali o naturali, Kasko), in grado di coprire gli eventuali danni o sinistri che possono insorgere lungo la durata del contratto.
    Oltre alla tranquillità derivante dall’avere una polizza assicurativa, c’è anche da considerare la comodità di non dover ricordare la scadenza dell’assicurazione, risparmiando inoltre il tempo che normalmente si impiega alla ricerca della migliore soluzione possibile tra tutte le compagnie assicurative.
    Allo stesso tempo, non sarai tu a dover pagare la tassa di circolazione. Anche il bollo auto, infatti, è compreso nel canone di noleggio a lungo termine.
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
    Tagliando, cambio gomme, controlli periodici e revisione (se il contratto di noleggio supera i termini previsti dalla legge prima del suo svolgimento obbligatorio).
    Tutti gli interventi di manutenzione programmata dell’auto sono racchiusi nel canone di noleggio. Un vantaggio non da poco, pensando anche gli imprevisti che possono capitare sulla strada e che vanno tenuti in considerazione quando si valuta la convenienza del noleggio a lungo termine per privati. Nella maggior parte dei casi, oltretutto, nel caso in cui gli interventi di manutenzione dovessero richiedere più tempo, è prevista anche l’auto sostitutiva.
Guidare un’auto a noleggio, quindi, significa avere tra le mani un veicolo sempre nuovo, perfettamente efficiente e controllato.

Quali sono le differenze tra Noleggio e Leasing?

Il noleggio auto e il leasing auto tendono spesso ad assomigliarsi agli occhi dei clienti, ma le differenze sono molto rilevanti.
Prima di tutto, il noleggio a lungo termine è un “contratto di servizi”, mentre il leasing è un “contratto di finanziamento”. Nel caso del noleggio, la proprietà dell’auto rimane sempre in capo alla società di renting, mentre nel caso del leasing la proprietà è della società di leasing soltanto fino al momento del riscatto del cliente.
Proprio su questo punto, si inserisce la principale differenza tra Noleggio e Leasing: il leasing auto prevede sempre il diritto di riscatto. Il prezzo è stabilito all’inizio e solitamente è inferiore al valore di mercato che l’auto avrà al termine del contratto; il noleggio auto, invece, non prevede riscatto, anche se la società di noleggio ha la facoltà di proporre l’acquisto al suo cliente al termine dell’accordo.
Inoltre, tra i vantaggi del noleggio a lungo termine spiccano i servizi inclusi nel contratto, che invece nel contratto di leasing non sono presenti di default:
  • Bollo auto
  • Coperture assicurative
  • Gestione dei sinistri
  • Soccorso stradale
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
Recentemente, però, si sono diffusi sul mercato i cosiddetti contratti di full leasing che, pur rientrando nella categoria del leasing, sono quelli che si avvicinano maggiormente al noleggio, perché comprendono anche i servizi di manutenzione e assicurazione dell’auto.

Vedi di più

Quali sono le differenze tra Noleggio e Finanziamento?

Il noleggio a lungo termine è un finanziamento? Assolutamente no.
Le differenze tra noleggio auto e finanziamento auto si possono riassumere nel concetto di proprietà.
Chi ricorre al finanziamento, diventa a tutti gli effetti proprietario del veicolo, con tutti gli oneri e gli onori del caso, mentre chi noleggia utilizza l’auto come una commodity.
Ovvero la proprietà del veicolo, per tutta la durata del contratto, rimane in capo alla società di noleggio a lungo termine, che si occupa anche di offrire al cliente tutti i servizi correlati all’uso della vettura.

Cosa succede se rescindo il contratto di noleggio anticipatamente?

L’interruzione anticipata del contratto di noleggio è un’evenienza che potrebbe capitare per svariati motivi. Dall’impossibilità di continuare a far fronte al canone fino al desiderio di cambiare modello o società, le cause di un recesso anticipato dal noleggio sono diverse e rappresentano un diritto per il cliente.
Questa scelta ha però delle conseguenze, soprattutto di natura economica, che variano a seconda del contratto di noleggio stipulato e delle sue clausole (che raccomandiamo di leggere sempre con attenzione).
Di norma, viene stabilita una percentuale da corrispondere alla società sulla base del totale dei canoni ancora da versare prima della scadenza del contratto, generalmente parliamo dei 2/3 del totale dovuto fino al superamento di 1 o 2 anni di noleggio.
Va da sé che più si è a ridosso del termine del contratto meno saranno alte le penali da pagare per recedere anticipatamente.
Se si decidesse di interrompere anticipatamente un contratto di noleggio con canone di 200€ mensili, nel primo anno di locazione dovremmo pagare tutti i canoni rimanenti fino allo scadere del 12°mese. A 6 mesi saranno 1200€, a 5 mesi 1000€, a 4 800€ e così via.
Nel caso in cui, invece, si avesse già superato il primo anno, l'importo da pagare consisterebbe nel 66% (o nella percentuale prevista dal contratto) del totale di un anno di noleggio (12 mensilità). Prendendo l'esempio precedente, con 200€ euro mensili e 2400€ annui bisognerebbe versare circa 1500€ alla società fornitrice del servizio per rescindere in anticipo il contratto di noleggio lungo termine.
Allo stesso tempo, anche la società di noleggio ha la facoltà di interrompere il contratto prima della sua naturale scadenza, se il cliente dovesse incorrere in gravi inadempienze rispetto a ciò che ha garantito alla firma.

Cosa succede se supero il Chilometraggio previsto dal contratto?

Oltre che per un determinato lasso di tempo, il canone del noleggio a lungo termine viene calcolato sulla base del chilometraggio massimo previsto dal contratto.
Prima di sottoscrivere e firmare, pertanto, è importante valutare attentamente il tipo di utilizzo che si prevede fare della vettura negli anni successivi. Ovviamente è impossibile fare una previsione certa dei Km che si effettueranno, ma una stima accurata è imprescindibile per evitare brutte sorprese alla fine del contratto.
Al momento della riconsegna del veicolo, infatti, la società di noleggio controllerà scrupolosamente il numero di Chilometri effettuati, imponendo una tariffa aggiuntiva nel caso in cui il chilometraggio previsto dal contratto di noleggio venisse sforato.
Di quanto stiamo parlando? La cifra da corrispondere varia a seconda delle clausole accessorie e generalmente oscilla intorno agli 0,15€ per Km.
Ciò significa che ogni 1000 Km in più effettuati potresti essere costretto a pagare circa 150€.
Per rendere l’idea di quanto sia importante stimare con il maggior grado di accuratezza il proprio chilometraggio, basti pensare come in un contratto classico da 4 anni e 15.000 Km, i 1000 del nostro esempio rappresenterebbero circa l’1,7% in più rispetto a quanto previsto.
Certo, i 15.000 Km annui possono sembrare pochi per qualcuno e tanti per altri, ecco perché la scelta del miglior contratto di noleggio va ponderata nei dettagli in base al reale utilizzo che si prevede di fare del veicolo.
Non esiste un’offerta di noleggio a lungo termine giusta per tutti, ma ognuno può trovare quella che fa per sé a seconda delle proprie esigenze.

Cosa fare in caso di incidente con l'auto a noleggio?

Se si ha un incidente con l’auto a noleggio, non bisogna preoccuparsi! La società di noleggio mette a disposizione tool dedicati, attraverso i quali il privato o il titolare di Partita Iva può trasmettere agevolmente le informazioni necessarie.
Infatti, è il noleggiatore a gestire tutte le procedure legate ai sinistri. Il driver ha soltanto l’obbligo di contattare la società di noleggio in seguito all’accaduto, fare richiesta di assistenza e, in caso ci sia una controparte, compilare il CID per acquisire tutti i dati assicurativi.
E se ho torto? Anche qui, niente paura! Premesso che la formula del noleggio prevede una copertura assicurativa completa, al massimo dovrò pagare la quota della franchigia RCA/Kasko prevista sul contratto. A questo proposito, in sede di firma del contratto, posso richiedere di pagare un canone più alto e azzerare le franchigie.
I contratti di noleggio a lungo termine non prevedono classe di merito assicurativa, per cui nessun incidente potrà avere ripercussioni future sulla rata mensile.

Cosa prevede un contratto di Noleggio a Lungo Termine?

Il contratto di noleggio a lungo termine va attentamente letto prima di essere sottoscritto: è caratterizzato da diverse pagine e, oltre alla durata del noleggio, al chilometraggio, e ai servizi inclusi, solitamente indica anche altri aspetti importanti. Ecco i principali:
  • Annullamento dell’ordine
    Si può recedere dal contratto di noleggio senza obbligo di motivazione e attraverso una dichiarazione entro 14 giorni dalla firma dell’accordo. Eventuali anticipi versati per il noleggio a lungo termine saranno restituiti. La richiesta di annullamento può essere formulata anche entro la data di consegna del veicolo, se quest’ultima avviene oltre il quattordicesimo giorno: in questo caso, tuttavia, si è soggetti al pagamento di un corrispettivo ai sensi dell’art. 1373 comma 3 c.c., di solito pari a tre o sei mensilità se il veicolo è già stato immatricolato.
  • Diritto di proprietà
    Il cliente riconosce espressamente che il veicolo è di proprietà della società di noleggio e che non potrà quindi costituire oggetto di ipoteca, essere concesso in garanzia o sottoposto ad alcun vincolo, così come è espressamente vietato il sub-noleggio o l’uso per scopi difformi rispetto a quanto previsto dalla carta di circolazione. Per garantire la sicurezza del veicolo, il cliente riconosce la possibilità che siano installati sistemi GPS utili a verificare dinamiche dei sinistri e utilizzo del veicolo.
  • Autorizzazione alla guida
    Il cliente può richiedere che il veicolo sia utilizzato anche da suoi familiari: per farlo però deve comunicare i nominativi e ottenere l’autorizzazione dall’azienda di noleggio. Ogni conducente autorizzato dovrà essere abilitato alla guida e in possesso di una patente valida e adeguata alla tipologia di veicolo noleggiato.
  • Interruzione anticipata
    Ogni contratto interrotto prima della scadenza comporta costi aggiuntivi e penali a carico del cliente. Generalmente è stabilito un corrispettivo in percentuale rispetto al monte canoni residuo, spesso rapportato al superamento di 12 o 24 mensilità. Il calcolo sarà meno oneroso man mano che ci si avvicinerà alla scadenza naturale del contratto di renting. Anche la società di noleggio può recedere dal contratto, ma lo può fare solo in seguito a una grave colpa del cliente, per esempio in caso di mancato pagamento dei canoni o di violazione di obblighi contrattuali.
  • Restituzione dell’auto a fine noleggio
    La restituzione dell’auto avviene solitamente presso centri autorizzati o la residenza del cliente, con un perito che valuta le condizioni generali del veicolo. I danni da usura determinati da un utilizzo diligente e conforme non saranno addebitati, ma il cliente si impegna a pagare i danni da incuria e eventuali altri danni non denunciati durante l’utilizzo dell’auto.
  • Chilometraggio
    Il contratto di noleggio indica anche il limite di chilometraggio previsto: ad esempio, un contratto di noleggio da 90.000 km e 36 mesi equivale a 30.000 chilometri all’anno per 3 anni. Al termine del contratto, verranno rimborsati o addebitati i km percorsi in più o in meno.

Vedi di più

Partite IVA

Quali sono i documenti necessari per il Noleggio a Lungo Termine per Partita IVA?

Per accedere alle formule di noleggio a lungo termine, come accade per i finanziamenti, occorre possedere determinati requisiti e consegnare alcuni documenti. Il primo requisito essenziale è essere maggiorenni e in possesso di una patente di tipo B.
Riguardo ai documenti, ci sono delle differenze tra il noleggio a lungo termine per privati e il noleggio a lungo termine per Partite Iva.
Il noleggio a lungo termine per le Partite Iva richiede i seguenti documenti:
  • Copia dell’ultimo Modello Unico
  • Ultimo Bilancio della propria attività, corredato da nota integrativa e ricevuta di presentazione in Camera di Commercio
  • Visura camerale o attribuzione di Partita Iva.
  • Copia del documento di identità del legale rappresentante.

Come funziona la Deducibilità fiscale del noleggio a lungo termine per Partite IVA?

La fiscalità del noleggio a lungo termine riguarda ovviamente chi è titolare di Partita Iva.
Quanto si scarica con il noleggio a lungo termine? Attualmente la legge prevede che, per chi esercita un’arte o una professione, con non più di un veicolo o un veicolo per ogni associato, nel caso l’attività sia svolta in forma associata, la deducibilità dei costi è del 20% (come per l’acquisto e il leasing), mentre la detraibilità dell’Iva è del 40%, oppure del 100% se viene dimostrato che il veicolo viene utilizzato soltanto per l’attività aziendale.
Diverso, invece, è il trattamento fiscale per gli agenti e i rappresentanti di commercio: per queste professioni la deducibilità è dell’80%, mentre la detraibilità dell’Iva è del 100%.

Vedi di più